Category Archives: Eventi

  • 0

MONITORAGGIO TARTARUGHE MARINE IN CAMPANIA

Quella appena trascorsa è stata un’estate importante per la Caretta caretta.  Nonostante il forte stress a cui sono state sottoposte negli ultimi decenni, le tartarughe marine sembrano essere tornate lungo le coste italiane. 
Il monitoraggio estivo della loro riproduzione lungo i litorali della Penisola ha fatto registrare numerosi nidi caratterizzati da un’alta percentuale di uova schiuse.

Tanti piccoli hanno raggiunto il mare e superato il primo ostacolo verso la fase adulta, anche grazie all’aiuto dei tanti volontari che hanno offerto la propria collaborazione a scienziati e ricercatori impegnati in tutta Italia. Numeri da record, ad esempio, per il Cilento, con la nascita di oltre 450 esemplari sulle spiagge di Ascea, Palinuro, Caprioli e Montecorice.

Sulle spiagge di Caprioli i volontari di Progetto Terra hanno avuto la fortuna di affiancare in prima persona i ricercatori della stazione zoologica “Anton Dhorn” durante il monitoraggio del nido e la sua schiusa. Ecco una piccola sintesi fotografica della nostra partecipazione:

Foto e video di tutti i nidi monitorati durante l’estate 2018 su https://www.facebook.com/tartarughemarineszn/

 


  • 0

PROGETTO TERRA AL NUOVO CENTRO VISITE INTERATTIVO DI PUNTA CAMPANELLA

La scorsa settimana abbiamo partecipato all’open-day del nuovo Centro Visite interattivo di Punta Campanella a Massa Lubrense. Una vera immersione nelle meraviglie del nostro mare per i piccoli soci che hanno voluto sperimentare insieme a noi la coinvolgente esperienza delle telecamere subacquee, dei documentari 3D e dei video live dai fondali del Vervece.

Ci siamo divertiti tantissimo e siamo pronti a tornarci insieme a tutti voi!

Chi si sente abbastanza avventuroso?


  • 0

DOMENICA 11 FEBBRAIO – VIENICI A TROVARE ALLA BIT MILANO 2018

Category : Campi Natura , Eco News , Eventi

Domenica 11 febbraio 2018 Progetto Terra ti aspetta alla Borsa Internazionale del Turismo di Milano per lanciare i CAMPI NATURA dell’Estate 2018.

Vienici a trovare presso lo stand della Regione Campania per conoscere le nuove proposte e giocare con la nostra Sirena esperta di biologia marina.

Scoprirai le tante novità in programma per l’estate 2018, destinate a tutti coloro che hanno voglia di divertirsi esplorando la Natura:

I nostri Campi Natura offrono ai ragazzi l’opportunità di entrare in contatto con il mare e la natura insieme a tanti nuovi amici. Le attività naturalistiche, la divulgazione scientifica, le esperienze di gioco, la vita di gruppo e la semplicità delle atmosfere familiari, caratterizzano le nostre proposte. I ragazzi sono sempre guidati da educatori esperti, formati e selezionati da Progetto Terra.

Una grande novità del 2018 sono i Campi Natura per Famiglie. Una vera esperienza di immersione nella natura, nel blu del Parco Nazionale del Cilento da condividere con tutto la famiglia. Un divertente corso di biologia marina e snorkeling per osservare a pelo d’acqua i pesci e tutti gli altri abitanti del mare nello splendido scenario di Marina di Camerota e di Ascea Marina.

Speciale Vacanze Inpsieme propone vacanze di 8 e 15 giorni in cui alle attività naturalistiche si affiancano attività in lingua straniera. Lo scenario è l’incantevole litorale di Ascea Marina immerso nel Parco nazionale del Cilento.

La Bit è un appuntamento imperdibile per chi ama viaggiare ed essere sempre aggiornato sulle novità più entusiasmanti del momento. Domenica saremo lì ad accogliervi per cominciare a sognare insieme l’estate.


  • 0

SHARPER 2017 – LA NOTTE EUROPEA DEI RICERCATORI

Quest’anno anche i ricercatori di Progetto Terra hanno partecipato alla “Notte europea dei Ricercatori” tenutasi lungo le strade di Ancona. Il Dr. Giuseppe Aulicino (scienziato del clima ed esperto di scienze polari dell’Università Politecnica delle Marche) e la Dr.ssa Cinzia Cesarano (biologa marina) hanno illustrato a giovani e meno giovani il ruolo delle regioni polari nel sistema climatico globale e l’importanza di intraprendere pratiche e stili di vita più sostenibili per consentire al nostro pianeta di sopravvivere ai considerevoli cambiamenti in atto.


  • 0

22 MAGGIO, GIORNATA MONDIALE DELLA BIODIVERSITA’

Anche quest’anno, il 22 maggio si celebra la Giornata Mondiale della Biodiversità. Una giornata dedicata alla difesa e tutela del nostro patrimonio naturale, con l’obiettivo di aumentare la conoscenza sulle tematiche legate alla biodiversità e la consapevolezza dell’importanza della sua protezione.

Il tema di questa edizione è “Biodiversità e Turismo Sostenibile”. Infatti, il 2017 è stato proclamato dall’ONU “Anno Internazionale del Turismo Sostenibile per lo Sviluppo”.

La parola biodiversità è molto recente. Fino a 25 anni fa non esisteva affatto.

Eppure la diversità biologica caratterizza la vita sul nostro pianeta già da molto tempo prima che comparissero gli esseri umani. La diversità degli esseri viventi guida l’evoluzione, il motore della vita sulla Terra. La selezione naturale, che agisce sui singoli individui, non influenza soltanto le popolazioni, ma condiziona la nascita continua di nuove specie e l’estinzione di altre.

Il termine biodiversità è stato utilizzato per la prima volta il 22 maggio del 1992 alla Conferenza delle Nazioni Unite sull’ambiente e sullo sviluppo, tenutasi a Rio de Janeiro. In tale occasione venne introdotta la sua definizione: “Per diversità biologica si intende la variabilità degli organismi viventi, degli ecosistemi terrestri ed acquatici, ed i complessi ecologici che essi costituiscono. La diversità biologica comprende la diversità intra-specifica, inter-specifica e degli ecosistemi”. 

Durante tale conferenza venne anche firmata la Convenzione sulla Diversità Biologica, con lo scopo di perseguire tre obiettivi principali:

La conservazione della diversità biologica

L’uso sostenibile dei componenti della diversità biologica

La giusta ed equa ripartizione dei benefici derivanti dall’utilizzo delle risorse genetiche

PERCHE’ E’ COSI’ IMPORTANTE LA BIODIVERSITA’ ?

Una maggiore variabilità (diversità) consente a tutti gli ecosistemi di reagire meglio agli stimoli negativi che riceve, siano essi rappresentati dai cambiamenti climatici, dai dissesti idrogeologici, dall’introduzione di Organismi Geneticamente Modificati o dall’invasione di specie aliene. Avranno cioè più possibilità di sopravvivere.

QUALI SONO LE CAUSE DELLA PERDITA DI BIODIVERSITA’ ?

Inquinamento, specie aliene, perdita e frammentazione degli habitat, cambiamenti climatici sono tra le cause principali. Tutti questi fenomeni possono alterare in modo irreversibile i delicati equilibri degli ecosistemi, fino alla loro scomparsa.

 

LA SPECIAZIONE

La speciazione, cioè la nascita di nuove specie, è un concetto difficile da comprendere fino in fondo. Eppure, proprio da questo complicato processo scientifico dovrebbe scaturire il nostro senso civico di tolleranza e integrazione.

 

Ogni singolo “errore”, anomalia morfologica o diversità nel codice genetico dei singoli individui, potrebbe rivelarsi l’unica risorsa a disposizione di una o più specie per affrontare importanti adattamenti a significativi cambiamenti delle condizioni ambientali.

I cambiamenti naturali si sono sempre presentati ciclicamente o periodicamente, oppure con eventi catastrofici imprevedibili. Tuttavia, per effetto delle attività antropiche, che hanno un impatto decisamente “insostenibile” sul pianeta, questi cambiamenti, ad esempio climatici, si stanno verificando a grande velocità e in modi sempre più “prevedibilmente inaspettati”.

Il Pianeta Terra fa fatica a sostenere il peso dello stile di vita dei miliardi di uomini che lo abitano e reagisce cambiando le proprie caratteristiche, con conseguenze inevitabili (ad esempio sul clima).

 

 

L’ ESTINZIONE

Se la speciazione è sottovalutata, un po’ più di popolarità spetta invece al concetto di estinzione. L’estinzione non è più soltanto un processo periodico o improvviso legato alle glaciazioni, allo scioglimento dei ghiacci dopo le glaciazioni o ad eventi catastrofici improvvisi (come ad esempio l’impatto di grossi meteoriti, come è avvenuto nelle precedenti ere geologiche).

Oggi l’estinzione è un effetto collaterale del nostro tenore di vita. Un fastidioso peso che ci portiamo sulla coscienza. Un prezzo da pagare per potersi sentire una specie privilegiata che domina su risorse, paesaggio e natura …  e che ha la convinzione di riuscirci bene.

 

INQUINAMENTO, SEMPLICE MANCANZA DI EQUILIBRIO

L’inquinamento è un super-potere con cui da tre secoli l’uomo mette la sua firma su tutto ciò che tocca. Ci ritroviamo così a vivere in un pianeta prepotentemente invaso da una sola specie, la nostra.

Immaginiamo di mettere su un piatto della bilancia l’homo sapiens sapiens e sull’altro tutte le altre specie che esistono, da virus e batteri unicellulari, passando per alghe, piante, funghi, invertebrati e cordati, fino ai vertebrati. Ebbene questa bilancia penderà tutta dalla parte degli uomini, il cui peso sul pianeta è elevatissimo.

Questo squilibrio è il vero pericolo da affrontare. Un mondo di soli uomini non può esistere.

 

SOSTENIBILITA’, L’UNICA SOLUZIONE POSSIBILE

E’ possibile rimediare ai danni dell’inquinamento e ripristinare un equilibrio? Sì, è ancora possibile fare qualcosa.  La soluzione è l’educazione alla sostenibilità.

Ciascuno di noi può fare tanto, cambiando il proprio stile di vita, gesto dopo gesto, passo dopo passo. Addio pigrizia, prepotenza e superbia. Informazione, azione e divertimento sono efficaci enzimi che catalizzano i processi di cambiamento positivi. Il divertimento è la motivazione più potente di tutte, insieme al proposito di migliorare la salute nostra e del nostro pianeta.

Partendo dalla bellezza e dalla meraviglia che la Natura ci riserva, possiamo migliorare le nostre condizioni di vita e rendere la nostra esistenza più divertente. Chi non sogna di trovarsi sdraiato sulla bianca sabbia corallina di un atollo maldiviano circondato da acque chiare e cristalline? Oppure di trovarsi in immersione con enormi squali e meravigliose mante che volteggiano sulla barriera corallina? Chi di voi sta sognando le foreste di baobab e manghi popolate dai simpaticissimi lemuri del Madagascar?

Tante immagini come queste ci danno spesso l’energia per sopportare monotone giornate di lavoro, o di studio, mentre siamo rinchiusi tra quattro mura di cemento. Questa è la Natura. La sua bellezza è capace di rapire chiunque. Eppure, giorno dopo giorno la ritroviamo sempre più rivestita di bollente asfalto, deturpata dal cemento, circondata e soffocata da discariche, invasa da intere città in cui la bellezza non trova alcuno spazio.

Per fortuna non è ancora tutto perduto. Esistono Parchi e Aree Marine Protette che aspettano solo noi per regalarci l’emozione e la felicità che solo la Natura può darci. Magici incontri con piante e animali di ogni tipo ci attendono. La Natura non è fatta solo di leoni, coccodrilli e scimpanzé. Ci sono anche farfalle, lumache e lucertole, orchidee, piante aromatiche e grandi alberi che non aspettano altro che di allearsi con noi.

Basta uscire all’aria aperta e cominciare ad osservare, a respirare per sentirsi bene. Con il divertimento allontaniamo lo stress e ci ricarichiamo di energie sempre nuove, pulite e potenti. Scoprire la bellezza del nostro pianeta nei suoi paesaggi, nei suoi abitanti, nei suoi ritmi, è uno dei propositi turismo sostenibile. Per noi di Progetto Terra è questo il primo passo verso la guarigione della nostra specie e la salvezza della biodiversità del nostro pianeta. Scoprire, conoscere e divertirsi nella Natura, rispettandola ed imparando a sentirsi davvero parte di essa.


  • 0

BORSA MEDITERRANEA DEL TURISMO 2017

Questa mattina la nostra Sirenetta è stata avvistata alla Borsa Mediterranea del Turismo di Napoli per presentare a bambini e ragazzi i Campi Natura 2017 di Progetto Terra e raccontare un po’ delle tante altre attività che svolgiamo durante l’anno.

Chi di voi è riuscito ad incontrarla e scattare una foto insieme lei?

Grazie mille allo staff di Elefante Viaggi che ci ha accolto e gentilmente ospitato nel proprio stand!


  • 0

CHILDREN’S TOUR 2017

Ecco le foto dell’evento! La nostra Sirenetta ci ha fatto divertire, giocare e scoprire tanti segreti del nostro mare, voi ci avete tenuto compagnia con i vostri sorrisi e le vostre mille domande.

Vi aspettiamo nel Parco Nazionale del Cilento con i Campi Natura 2017

Non mancate!

 

————————————————————————————-

Dal 17 al 19 Marzo saremo a Modena Fiere per il 14° Salone delle vacanze per le famiglie, i bambini ed i ragazzi con tante sorprese e due divertenti laboratori gratuiti per scoprire insieme le meraviglie del nostro Mare!

Ti aspettiamo presso lo stand “Progetto Terra – Campi Natura” (Padiglione A).

Visita il sito di Children’s Tour e prenota i nostri laboratori “Salviamo il Mare” e “Posidonia e i suoi abitanti” nel programma delle attività alla sezione Viaggi e Natura.

Un’Estate all’insegna della Natura, dell’Amicizia e del Divertimento con Progetto Terra ti aspetta!


  • 0

IL MARE E LA NATURA TRA I BANCHI DI SCUOLA

Sette giovani ricercatori realizzano laboratori didattici per promuovere la salvaguardia delle risorse paesaggistiche

Tra loro c’è Giuseppe Aulicino, uno studioso di cambiamenti climatici che ha alle spalle due missioni in Antartide

Giacomo De Falco, Giuseppe Aulicino, Cinzia Cesarano, Daniela Martucci, Carlotta  Barba, Antonietta De Falco e Noemi Nostro sono sette giovani scienziati campani – tranne Noemi, messinese di nascita ma salernitana di adozione –, laureati in Scienze Ambientali ad indirizzo marino all’Università “Parthenope” di Napoli, il luogo in cui si sono conosciuti.
Dopo gli studi universitari hanno seguito strade diverse specializzandosi in vari ambiti – dalle passeggiate naturalistiche alla biologia marina, dalle scienze polari alla gestione responsabile dei rifiuti, ma nel 2012 hanno deciso di mettere a frutto la comune passione per il mare e la natura, oltre che la loro formazione e le rispettive esperienze professionali, fondando “Progetto Terra”, associazione con sede a Gragnano (Napoli) che promuove la conoscenza, la salvaguardia e la valorizzazione delle risorse paesaggistiche attraverso laboratori didattici per i bambini e i giovanissimi e iniziative di divulgazione rivolte agli adulti.
L’estate prossima partirà la nuova edizione dei Campi Natura nel Parco del Cilento per bimbi e adolescenti di età compresa tra sei e sedici anni: “Ci interessa promuovere la Campania, che ha molti tesori da amare e tutelare – spiega a IlDenaro.it Cinzia Cesarano, biologa marina e responsabile dei Campi – Il nostro è un tipo di turismo sostenibile, in cui si privilegia il viaggio con i mezzi pubblici, lo spostamento a piedi”. Durante la vacanza i ragazzini sono impegnati con vere e proprie attività di biologia marina: “Dopo un corso di acquaticità hanno la possibilità di imparare ad utilizzare in modo corretto e responsabile maschera, pinne e boccaglio per poter stare in acqua ed essere pesci tra pesci, rispettando l’ecosistema che li circonda e osservando i particolari che sfuggono ad un occhio non allenato”.
In inverno e in primavera i volontari dell’associazione si dedicano ai laboratori “La natura tra i banchi di scuola”, indirizzati agli studenti di ogni età, dai piccoli della scuola dell’infanzia fino ai ragazzi delle superiori, e incentrati su diverse tematiche, dalla fisica all’educazione alimentare, dall’ecologia alla biologia marina.
Aulicino, ad esempio, porta in classe la sua esperienza di ricercatore che si occupa di oceanografia, cambiamenti climatici e telerilevamento satellitare – dopo la laurea alla “Parthenope” ha conseguito il dottorato in Scienze Polari all’Università di Siena, è poi tornato nell’ateneo napoletano per cinque anni, come assegnista di ricerca nel gruppo del professor Giorgio Budillon e attualmente lavora all’Università Politecnica delle Marche, con il professor Peter Wadhams.
Agli studenti parla anche delle sue spedizioni scientifiche in Antartide…

… leggi l’articolo completo di Paola Ciaramella sul numero 11 del 18 Marzo 2017 de  ildenaro.it


  • 0

VERSO SUD

VERSO SUD

Da Sorrento all’Antartide alla ricerca del continente bianco

è il titolo dell’incontro dedicato ai ragazzi della scuola secondaria di primo grado, organizzato per oggi, 10 marzo, dagli assessorati all’Ambiente ed all’Istruzione del Comune di Sorrento, in collaborazione con l’associazione culturale Progetto Terra.

A partire dalle ore 10, alunni delle scuole medie “Torquato Tasso” e “Vittorio Veneto” saranno ospitati presso la sala consiliare del palazzo municipale, per approfondire la conoscenza dell’Antartide e comprendere l’importanza delle regioni polari per lo studio del passato, del presente e del futuro del nostro pianeta.
Prenderanno parte al convegno il sindaco Giuseppe Cuomo, l’assessore Maria Teresa De Angelis, il consigliere Luigi Di Prisco e Giuseppe Aulicino dottore di ricerca in Scienze Polari presso l’Università Politecnica delle Marche.

A guidare i ragazzi in questo viaggio ai confini del mondo ci saranno i volontari di Progetto Terra, un’associazione di giovani scienziati campani che si occupa di educazione ambientale e divulgazione scientifica sia in Italia che all’estero. Il ricercatore sorrentino Aulicino, accompagnerà i ragazzi alla scoperta dei segreti del continente bianco attraverso le immagini ed i racconti delle proprie avventure tra i ghiacci. Pinguini, foche, iceberg giganti, onde spaventose e paesaggi unici al mondo saranno i protagonisti, ma ci sarà tempo anche per scoprire come si vive da ricercatore in Antartide e rispondere alle curiosità dei ragazzi.

“Nonostante l’avvento della tecnologia, di internet e dei satelliti, l’Antartide è uno dei pochi luoghi del nostro pianeta che ancora conserva il fascino misterioso dell’esotico e dell’irraggiungibile, per i ragazzi come per noi adulti – spiega Aulicino – Filmati e documentari ci raccontano un deserto bianco, diverso da qualunque altro luogo conosciuto, che sembra del tutto estraneo alla nostra esperienza giornaliera. Invece, le regioni polari sono intimamente legate alle nostre attività quotidiane e rappresentano uno scrigno unico di informazioni per decifrare non solo la storia del nostro pianeta, ma anche le possibili ripercussioni che il riscaldamento globale potrà avere sul nostro futuro“.

“L’incontro avrà lo scopo di sensibilizzare i cittadini di domani al rispetto dell’ambiente naturale, ed alla consapevolezza che la nostra impronta ecologica modifica il pianeta anche a migliaia di chilometri di distanza dalle nostre città – interviene Cinzia Cesarano, coordinatrice delle attività didattiche di Progetto Terra – Il continente antartico non è solo l’affascinante mondo dei simpatici pinguini e delle temibili orche, ma è anche il motore del clima globale e lo specchio dello stato di salute del nostro pianeta. Conoscerlo ed amarlo è di straordinaria importanza per le nuove generazioni”.
“Grazie al ricercatore Giuseppe Aulicino e ai suoi studi – dichiara l’assessore De Angelis – oggi possiamo creare nella nostra Sorrento un ponte immaginario verso questa realtà geograficamente cosi’ distante a noi. Questa iniziativa di sicuro aumenta notevolmente l’offerta culturale, nonché quella didattica offerta ai cittadini della nostra città”.

“La nostra penisola è da sempre una terra di naviganti ed esploratori che in ogni epoca hanno raggiunto gli angoli più nascosti del mondo ed è una fucina di scienziati e sognatori che hanno contribuito a rendere l’Italia un’eccellenza culturale mondiale – aggiunge il consigliere Prisco – Giuseppe è solo il più giovane dei nostri concittadini che, seguendo le orme del professore Giancarlo Spezie, negli ultimi decenni hanno raggiunto il Sud del mondo per contribuire alla conoscenza del nostro pianeta. Avere l’opportunità di conoscere meglio l’Antartide attraverso le parole ci chi ha vissuto in prima persona le sue meraviglie è un’occasione unica. Sarebbe bello che proprio tra i ragazzi che parteciperanno a questo incontro ci siano futuri ricercatori polari sorrentini”.

 

Grazie ai circa 100 ragazzi che hanno partecipato (con passione e curiosità, come dimostrato dalle decine di domande a cui abbiamo dovuto rispondere), agli insegnanti ed ai dirigenti che hanno accolto il nostro invito, al consigliere Luigi Di Prisco che ha organizzato l’evento, ad AGORA e DIROTTA SU MASSA per la visibilità concessaci sulle proprie testate.

 


  • 0

MERENDA IN LIBRERIA

Gli appuntamenti di progetto Terra in libreria hanno l’obiettivo di coinvolgere i bambini  in un’appassionante lettura animata. Un esperto dell’associazione con allegria e competenza legge una storia ed usa i personaggi, l’ambientazione e la trama come punto di partenza per divertenti giochi da realizzare con i bambini. Con un pizzico di fantasia e tanti libri si vola lontano per apprezzare il piacere di immergersi nella lettura. I Bambini si divertono, socializzano e fanno merenda in compagnia di un bel libro e di un gruppo di nuovi amici.

Partecipa ai nostri eventi oppure Contattaci  per organizzare una simpatica merenda nella tua libreria!