Author Archives: Progetto Terra

  • 0

AVVISTATA LA CARETTA CARETTA AD ASCEA MARINA

Nelle ultime due settimane, i ragazzi dei campi natura di “Progetto Terra” ad Ascea Marina hanno avuto l’opportunità di incontrare e conoscere i volontari di Sea Shepherd che hanno spiegato come vengono condotte, e perchè, le attività di monitoraggio dei litorali cilentani (e non solo) nell’ambito della Campagna Jairo Med.

#SeaShepherdItalia#SeaShepherdGlobal#CampagnaJairoMediterraneo#CampagnaJairoMed#JairoMedCampaign

 

Poche ore dopo l’incontro con i nostri ragazzi, i volontari di Sea Shepherd hanno individuato sulla spiaggia di Ascea Marina due tentativi di nidificazione da parte della Caretta Caretta, la tartaruga marina più comune del mediterraneo.

Nella notte è stata avvistata una tartaruga che stava risalendo la spiaggia. Forse spaventata dalle luci di un lido, è però tornata indietro.

Lungo la scogliera dove i piccoli biologi marini di Progetto Terra hanno effettuato le attività di snorkeling con Cinzia, invece, i volontari di Sea Shepherd hanno ritrovato tracce di nidificazione. Il tentativo non sembra andato a buon fine ma sono state allertate la Capitaneria di Porto e la Stazione Zoologica Anton Dohrn per i dovuti controlli.

Per aggiornamenti seguite la nostra pagina facebook  e quella di Sea Shepherd


  • 0

22 MAGGIO, GIORNATA MONDIALE DELLA BIODIVERSITA’

Anche quest’anno, il 22 maggio si celebra la Giornata Mondiale della Biodiversità. Una giornata dedicata alla difesa e tutela del nostro patrimonio naturale, con l’obiettivo di aumentare la conoscenza sulle tematiche legate alla biodiversità e la consapevolezza dell’importanza della sua protezione.

Il tema di questa edizione è “Biodiversità e Turismo Sostenibile”. Infatti, il 2017 è stato proclamato dall’ONU “Anno Internazionale del Turismo Sostenibile per lo Sviluppo”.

La parola biodiversità è molto recente. Fino a 25 anni fa non esisteva affatto.

Eppure la diversità biologica caratterizza la vita sul nostro pianeta già da molto tempo prima che comparissero gli esseri umani. La diversità degli esseri viventi guida l’evoluzione, il motore della vita sulla Terra. La selezione naturale, che agisce sui singoli individui, non influenza soltanto le popolazioni, ma condiziona la nascita continua di nuove specie e l’estinzione di altre.

Il termine biodiversità è stato utilizzato per la prima volta il 22 maggio del 1992 alla Conferenza delle Nazioni Unite sull’ambiente e sullo sviluppo, tenutasi a Rio de Janeiro. In tale occasione venne introdotta la sua definizione: “Per diversità biologica si intende la variabilità degli organismi viventi, degli ecosistemi terrestri ed acquatici, ed i complessi ecologici che essi costituiscono. La diversità biologica comprende la diversità intra-specifica, inter-specifica e degli ecosistemi”. 

Durante tale conferenza venne anche firmata la Convenzione sulla Diversità Biologica, con lo scopo di perseguire tre obiettivi principali:

La conservazione della diversità biologica

L’uso sostenibile dei componenti della diversità biologica

La giusta ed equa ripartizione dei benefici derivanti dall’utilizzo delle risorse genetiche

PERCHE’ E’ COSI’ IMPORTANTE LA BIODIVERSITA’ ?

Una maggiore variabilità (diversità) consente a tutti gli ecosistemi di reagire meglio agli stimoli negativi che riceve, siano essi rappresentati dai cambiamenti climatici, dai dissesti idrogeologici, dall’introduzione di Organismi Geneticamente Modificati o dall’invasione di specie aliene. Avranno cioè più possibilità di sopravvivere.

QUALI SONO LE CAUSE DELLA PERDITA DI BIODIVERSITA’ ?

Inquinamento, specie aliene, perdita e frammentazione degli habitat, cambiamenti climatici sono tra le cause principali. Tutti questi fenomeni possono alterare in modo irreversibile i delicati equilibri degli ecosistemi, fino alla loro scomparsa.

 

LA SPECIAZIONE

La speciazione, cioè la nascita di nuove specie, è un concetto difficile da comprendere fino in fondo. Eppure, proprio da questo complicato processo scientifico dovrebbe scaturire il nostro senso civico di tolleranza e integrazione.

 

Ogni singolo “errore”, anomalia morfologica o diversità nel codice genetico dei singoli individui, potrebbe rivelarsi l’unica risorsa a disposizione di una o più specie per affrontare importanti adattamenti a significativi cambiamenti delle condizioni ambientali.

I cambiamenti naturali si sono sempre presentati ciclicamente o periodicamente, oppure con eventi catastrofici imprevedibili. Tuttavia, per effetto delle attività antropiche, che hanno un impatto decisamente “insostenibile” sul pianeta, questi cambiamenti, ad esempio climatici, si stanno verificando a grande velocità e in modi sempre più “prevedibilmente inaspettati”.

Il Pianeta Terra fa fatica a sostenere il peso dello stile di vita dei miliardi di uomini che lo abitano e reagisce cambiando le proprie caratteristiche, con conseguenze inevitabili (ad esempio sul clima).

 

 

L’ ESTINZIONE

Se la speciazione è sottovalutata, un po’ più di popolarità spetta invece al concetto di estinzione. L’estinzione non è più soltanto un processo periodico o improvviso legato alle glaciazioni, allo scioglimento dei ghiacci dopo le glaciazioni o ad eventi catastrofici improvvisi (come ad esempio l’impatto di grossi meteoriti, come è avvenuto nelle precedenti ere geologiche).

Oggi l’estinzione è un effetto collaterale del nostro tenore di vita. Un fastidioso peso che ci portiamo sulla coscienza. Un prezzo da pagare per potersi sentire una specie privilegiata che domina su risorse, paesaggio e natura …  e che ha la convinzione di riuscirci bene.

 

INQUINAMENTO, SEMPLICE MANCANZA DI EQUILIBRIO

L’inquinamento è un super-potere con cui da tre secoli l’uomo mette la sua firma su tutto ciò che tocca. Ci ritroviamo così a vivere in un pianeta prepotentemente invaso da una sola specie, la nostra.

Immaginiamo di mettere su un piatto della bilancia l’homo sapiens sapiens e sull’altro tutte le altre specie che esistono, da virus e batteri unicellulari, passando per alghe, piante, funghi, invertebrati e cordati, fino ai vertebrati. Ebbene questa bilancia penderà tutta dalla parte degli uomini, il cui peso sul pianeta è elevatissimo.

Questo squilibrio è il vero pericolo da affrontare. Un mondo di soli uomini non può esistere.

 

SOSTENIBILITA’, L’UNICA SOLUZIONE POSSIBILE

E’ possibile rimediare ai danni dell’inquinamento e ripristinare un equilibrio? Sì, è ancora possibile fare qualcosa.  La soluzione è l’educazione alla sostenibilità.

Ciascuno di noi può fare tanto, cambiando il proprio stile di vita, gesto dopo gesto, passo dopo passo. Addio pigrizia, prepotenza e superbia. Informazione, azione e divertimento sono efficaci enzimi che catalizzano i processi di cambiamento positivi. Il divertimento è la motivazione più potente di tutte, insieme al proposito di migliorare la salute nostra e del nostro pianeta.

Partendo dalla bellezza e dalla meraviglia che la Natura ci riserva, possiamo migliorare le nostre condizioni di vita e rendere la nostra esistenza più divertente. Chi non sogna di trovarsi sdraiato sulla bianca sabbia corallina di un atollo maldiviano circondato da acque chiare e cristalline? Oppure di trovarsi in immersione con enormi squali e meravigliose mante che volteggiano sulla barriera corallina? Chi di voi sta sognando le foreste di baobab e manghi popolate dai simpaticissimi lemuri del Madagascar?

Tante immagini come queste ci danno spesso l’energia per sopportare monotone giornate di lavoro, o di studio, mentre siamo rinchiusi tra quattro mura di cemento. Questa è la Natura. La sua bellezza è capace di rapire chiunque. Eppure, giorno dopo giorno la ritroviamo sempre più rivestita di bollente asfalto, deturpata dal cemento, circondata e soffocata da discariche, invasa da intere città in cui la bellezza non trova alcuno spazio.

Per fortuna non è ancora tutto perduto. Esistono Parchi e Aree Marine Protette che aspettano solo noi per regalarci l’emozione e la felicità che solo la Natura può darci. Magici incontri con piante e animali di ogni tipo ci attendono. La Natura non è fatta solo di leoni, coccodrilli e scimpanzé. Ci sono anche farfalle, lumache e lucertole, orchidee, piante aromatiche e grandi alberi che non aspettano altro che di allearsi con noi.

Basta uscire all’aria aperta e cominciare ad osservare, a respirare per sentirsi bene. Con il divertimento allontaniamo lo stress e ci ricarichiamo di energie sempre nuove, pulite e potenti. Scoprire la bellezza del nostro pianeta nei suoi paesaggi, nei suoi abitanti, nei suoi ritmi, è uno dei propositi turismo sostenibile. Per noi di Progetto Terra è questo il primo passo verso la guarigione della nostra specie e la salvezza della biodiversità del nostro pianeta. Scoprire, conoscere e divertirsi nella Natura, rispettandola ed imparando a sentirsi davvero parte di essa.


  • 0

BANDIERA BLU 2017 PER MARINA DI ASCEA E PAESTUM

Anche quest’anno la Bandiera Blu sventolerà sulle spiagge di Paestum e Marina di Ascea.

Il comune di Capaccio – Paestum si è aggiudicato per il terzo anno consecutivo la Bandiera Blu, il famoso riconoscimento internazionale attribuito dalla FEE (Foundation for Environmental Education) per la certificazione della qualità ambientale e della gestione sostenibile delle spiagge. Lo stesso vale per Ascea Marina, da anni insignita del riconoscimento della Bandiera Blu.

Sono quattro i criteri internazionali per ottenere la Bandiera Blu:

  • Educazione ambientale e informazione
  • Qualità delle acque
  • Gestione ambientale
  • Sicurezza e servizi

 

I criteri vengono aggiornati periodicamente per spingere le amministrazioni locali ad impegnarsi per risolvere e migliorare nel tempo le problematiche relative alla gestione del territorio.

 

Nelle località insignite di Bandiera Blu devono essere affisse informazioni sulla qualità delle acque di balneazione, così come informazioni relative a ecosistemi e fenomeni ambientali rilevanti a livello locale. Devono, inoltre, essere offerte e promosse ai bagnanti attività di educazione ambientale.

Noi naturalisti di Progetto Terra siamo felici di aver scelto proprio queste due località per i Campi Natura 2017 e siamo pronti a fare la nostra parte per continuare a promuovere un turismo sostenibile.

I Campi Natura di “Snorkeling e Cavalli” a Marina di Ascea hanno l’obiettivo di far vivere ai bambini ed ai ragazzi che parteciperanno una vera esperienza di immersione nella Natura. La conoscenza degli ambienti naturali, emersi e sommersi, e il divertimento sostenibile sono i primi passi per un’educazione alla salvaguardia della natura.

La spiaggia di Torre di Paestum ospiterà invece i Campi Natura di “Vela e Sport”, una grande occasione di vivere il mare da protagonisti. Un avvincente corso di barca a vela con istruttori FIV (la Federazione Italiana Vela) darà ai giovani partecipanti l’occasione di imparare le tecniche principali per poter navigare in maniera sostenibile, utilizzando l’energia del vento. Lezioni pratiche e teoriche di vela si alterneranno a giochi marinareschi, attività in spiaggia e tornei sportivi per un’esperienza unica, formativa ed incredibilmente divertente.

 

E chissà se vedendo nuovamente la Bandiera Blu ed i nostri splendidi ragazzi, la Caretta Caretta, la tartaruga marina del Mediterraneo, non torni anche quest’anno a nidificare sulle spiagge del Cilento. Sarebbe una magnifica ed indimenticabile sorpresa!

 


  • 0

PASSEGGIANDO SUL SENTIERO DEGLI DEI

 

Uno degli itinerari più belli al mondo si trova proprio a due passi dalla nostra sede di Gragnano, tra Agerola e Nocelle. E’ il sentiero degli Dei, un percorso di trekking non particolarmente impegnativo che lascia senza fiato adulti, ragazzi e bambini.

 

Meravigliosi paesaggi che spaziano dai faraglioni di Capri alla costa cilentana incorniciano un percorso piacevole, con tratti in lieve salita e discesa che rendono il cammino divertente e vario. Il tutto passeggiando lungo la dorsale della splendida Costiera Amalfitana. Dall’alto è possibile scorgere gli speroni dell’alta costa che si tuffano nel mare. Le isole e gli scogli riempiono la vista emergendo dal suo blu intenso. Spesso è possibile incontrare caprette ed asinelli che frequentano quotidianamente il sentiero.

 

 

 

 

 

 

Non è difficile comprendere perché questi luoghi siano mitici al punto da aver meritato l’appellativo di “Sentiero degli dei”. Miti e storie leggendarie si intrecciano da sempre alle origini ed alle tradizioni di queste terre. I tre isolotti de “Li Galli” anche dette “Sirenuse”, ad esempio, richiamano il mito di Ulisse e il suo incontro con le leggendarie Sirene. Un fascino indiscutibile hanno anche l’isolotto di “Vetara”, riconoscibile per la sua forma di balena, e lo scoglio di “Isca”, l’isola dei “De Filippo”. In lontananza, in direzione della Marina del Cantone e di Punta Campanella, sono quindi visibili “Capri” ed i  suoi inimitabili faraglioni. Per godere al meglio del panorama, consigliamo di percorrere il sentiero da Agerola verso Nocelle.

 

Il percorso è sempre spettacolare ma da Aprile a Giugno diventa davvero un’esperienza unica che coinvolge tutti e cinque i sensi. La vegetazione è rigogliosa e fiorita. La Macchia Mediterranea, che si alterna alle zone d’ombra dei lecci, regala profumi e colori inebrianti. Fiori, cespugli ed arbusti sembrano dipinti ad arte nella cornice azzurro-blu del cielo e del mare.

 

Cisto, Lentisco, Santolina, Rosmarino sono solo alcune delle piante più vistose e più facili da riconoscere. Tuttavia, vale la pena prestare attenzione anche alle numerose orchidee selvatiche che popolano i tratti in penombra del sentiero con esili strutture e piccoli ma bellissimi fiori.

 

Se volete possiamo tornarci volentieri insieme. In ogni caso, non dimenticate l’occorrente per un buon pic-nic, la macchina fotografica e tanta voglia di divertirvi nella Natura.

 


  • 0

E’ TEMPO DI ORCHIDEE

La riconoscete? È l’Orchis italica (comunemente chiamata “Orchidea italiana” o “Uomo nudo”), un’orchidea spontanea della Penisola Sorrentina e dei Monti Lattari. Si riconosce perché ha il labello più lungo che largo, ed ha… la forma di un piccolo omino.

Fiorisce da Marzo a fine Maggio, per cui è il momento giusto per andare ad osservarla sui “nostri” meravigliosi sentieri. Noi l’abbiamo incontrata sul “Pizzetiello” durante una delle nostre ultime passeggiate (documentata da queste foto) lungo il Sentiero delle Syrenuse (Colli di Fontanelle – S.Agnello), ma in questi giorni è possibile vederne tantissime anche sul Monte Comune, lungo il Sentiero degli Dei e nella Valle delle Ferriere.

Le Orchidaceae sono piante estremamente affascinanti.
Tuttavia bisogna tenere in considerazione che, a differenza delle specie tropicali, le Orchidee italiane non sono vistose. Hanno piccole dimensioni e talvolta risulta difficile osservarle. Occorre prestare attenzione per apprezzare queste opere d’arte in miniatura. Ma questo piccolo sforzo viene ampiamente ricompensato dalla varietà e dalla bellezza delle differenti specie di Orchidee presenti nel nostro territorio. Numerose specie fioriscono e sono visibili nei sentieri della Costiera Sorrentina, della Costiera Amalfitana, sul Monte Faito e sulla fitta rete di sentieri dei Monti Lattari. Una mostra di capolavori naturali tutta da visitare ed esplorare. Se avete voglia di farlo insieme contattateci e proveremo ad organizzare una passeggiata insieme.
Ricordate che le Orchidaceae sono piante protette. Si raccomanda di non danneggiarle e di lasciarle nel loro ambiente naturale.
Buon divertimento!


  • 0

PROGETTO TERRA PIACE AI CAMPIONI

Sabato 25 e domenica 26 Marzo si sono svolti a Riccione i Campionati Nazionali Invernali Esordienti di Nuoto UISP. La manifestazione ha riscontrato un enorme successo con 1290 atleti iscritti e 47 società partecipanti. Anche tre dei nostri piccoli soci hanno gareggiato, tutti nelle fila della società APD Olimpia Angri, mettendosi in luce nel confronto con i migliori atleti provenienti da tutte le regioni italiane.

Cristian Viesti, di Gragnano, e Daniele Cannavacciuolo, di Vico Equense, hanno infatti conquistato la Medaglia d’Oro partecipando alla Staffetta 4X50 Stile Libero nella categoria esordienti “C”. Il successo è stato reso ancor più straordinario dal vantaggio di ben 15 secondi con il quale hanno preceduto i secondi classificati.

Un’emozione enorme per il piccolo Cristian che ha festeggiato con una vittoria la sua prima partecipazione ad una fase nazionale, ed una gara da applausi per il plurimedagliato Daniele che nella stessa manifestazione è stato premiato con altre tre medaglie d’oro (nei 50 Stile Libero, nei 50 Rana e nella Staffetta 4X50 Stili Misti).

A completare la splendida prestazione dei giovani campioni di Progetto Terra ci ha pensato Francesco Pio la Monica, di Gragnano, che nella categoria Esordienti “B1” ha conquistato la Medaglia di Argento nel Dorso 50 metri con un tempo di soli 39 secondi.

 

 

 

 

Impegno, disciplina ed educazione, oltre al loro giovane talento, hanno reso possibile il raggiungimento di questi grandi obiettivi. Progetto Terra è orgogliosa di tutti voi e non poteva non condividere la gioia di questi fantastici risultati con le vostre famiglie e gli allenatori.

Ancora complimenti a Cristian, Daniele e Francesco Pio. Siamo immensamente felici del fatto che anche per l’estate 2017 abbiate scelto di partecipare ai Campi Natura di Prgetto Terra. Non vediamo l’ora di nuotare e divertirci insieme ai nostri giovanissimi CAMPIONI NAZIONALI nello splendido mare del Cilento.


  • 0

BORSA MEDITERRANEA DEL TURISMO 2017

Questa mattina la nostra Sirenetta è stata avvistata alla Borsa Mediterranea del Turismo di Napoli per presentare a bambini e ragazzi i Campi Natura 2017 di Progetto Terra e raccontare un po’ delle tante altre attività che svolgiamo durante l’anno.

Chi di voi è riuscito ad incontrarla e scattare una foto insieme lei?

Grazie mille allo staff di Elefante Viaggi che ci ha accolto e gentilmente ospitato nel proprio stand!


  • 0

PICCOLI BIOLOGI IN BARCA A VELA – PRIMO CIRCOLO GRAGNANO

Il mare ha bisogno dell’aiuto di tutti noi, grandi e piccini. Progetto Terra entra nelle scuole con un laboratorio di biologia marina divertente ed interattivo per preparare i piccoli destinatari all’uscita didattica in barca a vela organizzata in collaborazione con la Lega Navale di Castellammare di Stabia.

Complimenti ai bambini e alle maestre del Primo Circolo di Gragnano per la grande partecipazione, ed un grazie speciale alla Dirigente Elena Cavaliere che ha reso possibile questo evento.

 Per organizzare questi ed altri laboratori didattici nella tua scuola rivolgiti alla nostra referente dott.ssa Cinzia Cesarano al 3336024806 – cinziacesarano@gmail.com

 

 


  • 0

CHILDREN’S TOUR 2017

Ecco le foto dell’evento! La nostra Sirenetta ci ha fatto divertire, giocare e scoprire tanti segreti del nostro mare, voi ci avete tenuto compagnia con i vostri sorrisi e le vostre mille domande.

Vi aspettiamo nel Parco Nazionale del Cilento con i Campi Natura 2017

Non mancate!

 

————————————————————————————-

Dal 17 al 19 Marzo saremo a Modena Fiere per il 14° Salone delle vacanze per le famiglie, i bambini ed i ragazzi con tante sorprese e due divertenti laboratori gratuiti per scoprire insieme le meraviglie del nostro Mare!

Ti aspettiamo presso lo stand “Progetto Terra – Campi Natura” (Padiglione A).

Visita il sito di Children’s Tour e prenota i nostri laboratori “Salviamo il Mare” e “Posidonia e i suoi abitanti” nel programma delle attività alla sezione Viaggi e Natura.

Un’Estate all’insegna della Natura, dell’Amicizia e del Divertimento con Progetto Terra ti aspetta!


  • 0

IMMERSI NEL BLU

Un fantastico viaggio nel regno di Posidonia tra scienza e divertimento

Domenica 2 Aprile 2017 – ore 17:00

Saloni della Cattedrale di Sorrento

Aspettando l’Estate, Progetto Terra promuove un incontro con famiglie, bambini e ragazzi, per scoprire tante curiosità sul nostro Mare e presentare i Campi Natura 2017 nel meraviglioso Parco Nazionale del Cilento.

Le attività prevedono un Laboratorio di circa 45 minuti adatto a tutti, grandi e piccini, e la possibilità di fare tante domande alla nostra biologa marina. L’incontro è particolarmente consigliato ai bambini dai 6 agli 11 anni ed ai ragazzi dagli 11 ai 14 anni.

Per informazioni è possibile rivolgersi alla nostra referente, Cinzia Cesarano tramite e-mail cinziacesarano@gmail.com  o telefono 3336024806.